Archive for tag: marginalità

Borderline

scritto da Oliviero Motta il 26/08/2016 in Esclusione sociale, marginalità, Senza dimora | lascia un commento

Images5wamgkmgAnche questa mattina è al suo posto, sulle panchine nella grande hall del supermercato. Di solito scruta tutti i clienti in arrivo, con lo sguardo indolente di una guardia giurata; ma la scorsa notte la pioggia deve aver fatto troppo rumore. E allora adesso dorme, sereno, con la testa reclinata sulla mano destra. Come se fosse a casa propria.

E in effetti è un po’ la sua casa, questo superstore: Sergio infatti passa qui quasi tutta la sua giornata, il primo a entrare e l’ultimo ad andarsene. Impossibile non notarlo.

La vita di Sergio ha un sapore cinematografico e sfuma nella leggenda: pare che fino a una quindicina di anni fa avesse un lavoro da caposquadra in una ditta che produce gomma da masticare, aveva anche una fidanzata e un futuro. Poi, qualche giorno prima delle nozze, fu lasciato e da quel momento decise ...

Leggi tutto

Piccola lezione di idraulica

scritto da Oliviero Motta il 05/07/2016 in marginalità, solidarietà, accoglienza, famiglie | lascia un commento

SanmartinoSan Martino spunta ovunque. Letteralmente. E’ il santo patrono della parrocchia e della piccola città, a lui è intitolata la piazza principale e una Fiera che si svolge da quel dì: "Ivi si fa fiera il giorno di San Martino di ogni sorta de merci et robba cibaria ogni anno”, recita una fonte del 1680.

E infatti eccolo anche qui, in un bellissimo e vasto bassorilievo in cotto, proprio sopra quella che una volta era la porta d’accesso dell’antica cascina. Oggi le trasformazioni urbanistiche hanno relegato quest’opera d’arte sul retro del fabbricato e in macchina non ci puoi arrivare; è una visione riservata a chi, a piedi, riprende la strada vicinale sterrata. Giri l’angolo e ti sovrasta la classica iconografia: il santo soldato a cavallo, con la spada sguainata che pare travolgere il povero mendicante steso per terra. E invece l’arma serve a tagliare a metà il ...

Leggi tutto

Chiacchierando sotto i cedri, di preti e di stazioni

scritto da Oliviero Motta il 10/11/2013 in Fragilità, Esclusione sociale, marginalità | lascia un commento

EmfreddoCi sono incontri di cui non ricordi il punto preciso. E se ci ripensi solo poche ore dopo, la dinamica si è già smarrita nella nebbia. Dissolta. Come diavolo è cominciato? Chi ha guardato chi, per primo? Chi ha detto cosa? Sai solo che ci si è incrociati e si è iniziato a parlare, così, come se ci si conoscesse da un sacco di tempo. Li chiamano bottoni, e per forza di cose devono stare attaccati. Capita, a volte, in questo bel giardino sovrastato dai cedri del Libano: stai entrando o uscendo, sovrappensiero o intento a cercare le chiavi, e ti trovi in una storia che non è - che non sembra essere - la tua.

Non so il suo nome, non ci siamo presentati, ma gli occhi celesti sono come di mia madre e i capelli radi e bianchi di mio padre; persino l’accento mi è suonato ...

Leggi tutto

Segnali stradali

scritto da Oliviero Motta il 15/09/2013 in Esclusione sociale, marginalità | lascia un commento

Le lettere arancioni del pannello luminoso mi hanno messo in guardia. Raramente ti danno il via libera: nel deserto agostano, o in orari notturni e antelucani. Ma le vacanze sono già un ricordo e infatti, anche l’altro ieri mattina, mi sono apprestato al curvone sapendo che ci sarebbero state “code a tratti” da lì a Milano; una doppia curva a forma di esse che è diventata ormai il tratto di strada delle domande: quanto traffico troverò veramente? Quanto ci metterò ad arrivare? Il pendolare conosce bene le cento sfumature che possono assumere  - nella realtà – le parole “code a tratti”: ha passato più di qualche giorno della sua vita a interrogarsi sulla differenza tra questa espressione e l’altra, altrettante usuale, di “rallentamenti”. E quante volte, dopo l’una o l’altra delle scritte luminose, ha incontrato – a caso – la paralisi più totale o solo qualche intermittente frenata del lento gruppone ...

Leggi tutto